Gramburger franchising apre a Pescara

Gramburger franchising apre a Pescara

L’impresa lancianese di Rocco Finardi si espande con un ulteriore progresso significativo nel progetto Gramburger: l’inaugurazione di un franchising a Pescara. La qualità superiore dei prodotti e il coinvolgimento della comunità locale attraverso l’uso di ingredienti locali sono i punti forti di questo progetto innovativo. Finardi, con una vasta esperienza nel settore della gastronomia e della ristorazione, ha fondato Gramburger alcuni anni fa, creando un fast food all’italiana.

Dopo una pausa imposta dalla pandemia, il programma sta tornando alla vita, riaprendo con un nuovo affiliato. Il locale di Pescara, situato nel cuore della città, garantirà un’elevata visibilità.

I prodotti utilizzati per le offerte gastronomiche provengono quasi esclusivamente dall’Abruzzo, come è tradizione per Gramburger. Il menu è strettamente abruzzese – per circa il 90% – con alcune aggiunte da fuori regione. Tutti i piatti hanno un comune denominatore: l’alta qualità degli ingredienti.

Il legame con la comunità locale è una costante nel progetto e si rinnova con l’uso esclusivo dei prodotti più emblematici della tradizione gastronomica abruzzese. Un’attenzione particolare è dedicata alle aziende che operano nel territorio frentano, luogo d’origine di Gramburger.

Le aziende coinvolte nella nuova apertura di Pescara sono tutte dalla Frentania, un motivo di orgoglio per Finardi, che è originario di questa terra. Esprime gratitudine per quello che la terra gli ha offerto sia a livello professionale che personale. Ringrazia anche l’avvocato Rocky Mariano che ha gestito tutte le trattative contrattuali.

Attualmente, presso il punto vendita di Lanciano, si sta formando il personale che gestirà il franchising Gramburger di Pescara. Circa dieci individui, tutti di età compresa tra 20 e 40 anni.

Il Gramburger Pescara aprirà le porte prima dell’estate, ma l’ambizioso progetto di Finardi non si ferma certo all’Abruzzo.

Lui e il suo team stanno valutando altre richieste da fuori regione per l’apertura di nuovi franchising. Il suo primo sogno era di creare un fast food con prodotti abruzzesi, e questo è stato realizzato. Il suo secondo sogno è di portare l’Abruzzo e le sue eccellenze in tutto l’Italia, attraverso il marchio Gramburger, e sta lavorando su questo.