Lun. Lug 22nd, 2024

Nei primi giorni della pandemia di COVID-19, Pret ha dovuto chiudere definitivamente 17 unità negli Stati Uniti dopo che le vendite interne sono diminuite dell’87%. La catena ha anche chiuso 30 sedi nel Regno Unito.

Da allora le vendite sono rimbalzate, consentendo alla catena di tornare alla crescita. “Abbiamo assistito a una crescita costante settimana dopo settimana mentre i clienti e le aziende continuano a tornare in ufficio”, ha dichiarato in una nota Jorrie Bruffett, presidente di Pret A Manger North America. “Questo cambiamento ha aiutato i nostri sforzi di ripresa e anche i nostri ordini di caffè hanno ora superato i livelli pre-pandemia. Riteniamo che questo sia il momento giusto per identificare nuovi partner che ci aiutino ad entrare in nuovi mercati in cui sappiamo che c’è una domanda di Pret”.

Pret ha ampliato i suoi canali digitali negli ultimi anni. Nel 2021, la società ha lanciato il suo abbonamento Pret Coffee negli Stati Uniti, consentendo ai clienti di ordinare caffè, tè, cioccolata calda e altro per $ 24,99 o $ 34,99 al mese a seconda del piano. Pret offre un servizio in-app, ordina in anticipo tramite Pret Pick Up, nonché un programma fedeltà con la sua offerta Pret Perks. La catena si aspetta che Dallas adotti tutte queste iniziative nelle sue nuove sedi, secondo il comunicato stampa.

Gli sforzi di franchising nordamericani di Pret sono stati avviati all’inizio di quest’anno con un lancio pilota con A&W Canada, che sta sviluppando e gestendo pop-up a Vancouver e Toronto.

Di Margiov