Le calzature Bata investono nel franchising sul suolo italiano

Le calzature Bata investono nel franchising sul suolo italiano

Bata investe in Italia e lo fa tramite il franchising. Dalla sede centrale di Losanna, si è deciso di investire nel franchising, portando il numero di negozi affiliati italiani da 90 a 200 in tre anni: il piano di espansione triennale, infatti, vede 110 nuove aperture in franchising, con l’ipotesi di di generare il 40% di ricavi del core business.

Tomas Bata fondò il marchio nel 1894 nella Repubblica Ceca: da allora, il gruppo (che ora ha una scuderia di 20 marchi) si è espanso in 70 Paesi con 5.800 negozi, 22 stabilimenti di proprietà, 40mila dipendenti e vendite di oltre 180 milioni di calzature all’anno.

L’operazione franchising in Italia, predilige centri commerciali e vie centrali di nuclei con 40-50mila abitanti: sul suolo italiano, infatti, Bata è presente dal 1931 ed è rappresentata dalla veneta Compar di Limena (Padova), con una rete nazionale di 250 insediamenti.

L’operazione in franchising di Bata vede negozi aperti a Cecina (LI), in Corso Matteotti, e a Trapani, in Corso Fardella; il 15 giugno, si aprono nuovi negozia presso lo shopping mall La Fortezza a Modica, a Senorbi, in provincia di Cagliari e nello Shopville Gran Reno (Bologna metropolitana).